L’inizio

I Versiliani è un brand che si occupa di abbigliamento per bambini. Si erano affidati precedentemente ad un’agenzia che aveva deciso di destinare il loro piccolo budget di €500 in Brand Awareness. Potete capire la mia reazione quando me lo hanno detto..🙄
Ero arrabbiato, perché una delle leve del digital marketing rispetto alle leve tradizionali è proprio quella di essere accessibile alle piccole e medie imprese, ma solo se fatto con criterio..per cui con molta diffidenza iniziale da parte del cliente cominciamo a lavorare insieme.

Gli obiettivi

Per questo ecommerce c’era solo un obiettivo possibile. La vendita

La Strategia

Rifacimento sito web +Facebook ads + Google Ads.
Sito web: Il sito web è stato ridisegnato con l’utente al centro del progetto. L’esperienza utente è migliorata moltissimo sia su desktop sia su mobile. Le categorie sono ben definite
Questi qui sotto sono i risultati della primissima campagna fatta insieme al brand. Con una spesa di circa 750€ in pubblicità su facebookads, come:
Il primo step del funnel è consistito nell’ottenere traffico a costo più basso ottimizzando gli acquisti.
In genere, la nostra campagna avrà un aspetto simile a questo …
Campagna – Conversioni – Acquisto
ADSET 1 – Sito LAL 1%
ADSET 2 – Sito LAL 5%
ADSET 3 – Pagina LAL 1%
ADSET 4 – Pagina LAL 5%
ADSET 5,6,7 – Target di interesse
ANNUNCIO 8 –Open TGT, solo donne e solo su mobile
All’interno di ogni set di annunci, abbiamo iniziato con 3-4 creatività e abbiamo attivato la spedizione gratuita e uno sconto sostanziale sulla collezione baby
Abbiamo riscontrato i migliori risultati con creatività video e immagine singola, ma a seconda del tuo brand, ti consiglio di sperimentare altre opzioni.

📷 Vantaggio
📷 Prova sociale
📷 Vantaggio
📷 (Scarsità + Scadenza)
(CTA)
Questi sono i dati di Analytics del primo mese, 8.5K mese di revenue, conversion rate nella media e buon carrello medio per la media dei prodotti che vende il sito.

MOFU – Aprile

Febbraio ha permesso al brand di respirare, dopo aver passato Febbraio e Marzo a fare campagne più dedicate a creare engagement ( quindi riempendo le nostre liste di remarketing ) sulla pagina e sul sito web, freschi della nuova collezione siamo usciti con messaggi aggressivi dedicati alle mamme e alla famiglia, la campagna era strutturata così come segue:
ADSET 1 – Visualizzazioni video 25%
ADSET 2 – Visualizzazioni video 50%
ADSET 3 – Visualizzazioni video 75% +
ADSET 4 – Engagementdellapagina IG
ADSET 5 – Engagementpagina FB
ADSET 6 – Post IG o Ad Engagements
ADSET 7 –Post FB o Ad Engagements
Vogliamo scegliere come target tutti coloro che hanno interagito con i nostri annunci ma NON sono stati sul nostro sito web.
Di solito eseguiamo 4 creatività, con 3 messaggi diversi e 3 titoli.
Un ottimo esempio che ha funzionato, più di 43k incassati con 2500€ di spesa in adv così distribuiti:
Facebook ads 80%
Google Ads 20% su una smart display che a livello di conversioni non mi ha dato grande soddisfazioni, ma mi portava traffico ad un costo per click di 0,04 centesimi, quindi un affare

BOFU

Aprile, Maggio e Giugno sono passati e il fatturato è cresciuto in maniera esponenziale, per cui lasciando perdere l’estate dove le attività sono state ferme, siamo ripartiti a Settembre/Ottobre con l’uscita della nuova collezione autunno inverno e:

Durante questa fase, ci siamo rivolti a visitatori e acquirenti del sito web, nella quale abbiamo fatto i soldi veri Ecco a chi ci rivolgiamo in questa fase e con
Utenti che hanno visualizzato il contenuto negli ultimi 7 giorni
Utenti che hanno visualizzato il contenuto negli ultimi 30 giorni
Utenti che hanno visualizzato il contenuto negli ultimi 180 giorni
ATC 7 giorni
ATC 30 giorni
ATC 180 giorni
Acquisti (sempre)
Acquisti (ultimi 7 giorni)
Acquisti (ultimi 30 giorni)
Niente di speciale in questo, è solo una tipica campagna BOFU e i risultati sono stati ottimali, quasi 90k in a Settembre e Ottobre.

Conclusioni

Questa Case study è stata costruita con l’obiettivo di dare un metodo di lavoro a chi si approccia alle campagne online per le prime volte. Avendo esperienza come consulente digital marketing ho deciso un approccio che mi permettesse di testare tantissime creatività, messaggi e posizionamenti differenti. Mi sono avvalso di un graphic designer che sfornava banner, come un panettiere sforna pagnotte al mattino.
TESTARE E’ L’UNICO MODO PER OTTENERE RISULTATI