PBN e la SEO – Giusto o sbagliato ?

PBN nella SEO ? Si o no

Da quando ho aperto il mio sito come SEO specialist GstarSEO.it, sto creando un sacco di contenuti sul mondo del web e sull’ottimizzazione per i motori di ricerca, e lavorando con clienti che vogliono posizionarsi sui motori di ricerca per tutte le parole chiavi possibili e immaginabili, ci sono delle domande che mi vengono poste spesso e sulle quali penso sarebbe super interessante scrivere dei post, questa è una di quelle:

La domanda in questione è ”Come scegliere un buon Freelancer seo o una buona agenzia basandosi sul modo in cui quest’ultimi costruiscono i loro link” I backlink come sapete sono super importanti per la strategia SEO e se sviluppati in modo sbagliato possono portare a penalizzazioni dalle quali è difficile recuperare.

La prima cosa da sapere è il modo in cui il tuo esperto di SEO e web Marketing crea questi link, lo fa in modo organico o attraverso PBN? Adesso cerchiamo di capire cosa è giusto, cosa è sbagliato e sopratutto il perchè

pbn-seo

Cosa sono i PBN?

Alcuni “SEO” molto molto intelligenti hanno scoperto che si possono comprare domini scaduti, (avendo lavorato in Australia e Uk spesso ne trovavo un sacco nel settore immobilliare, real estate ecc) che avevano accumulato un sacco di link in entrata e quindi una buona autorità, quello che accade è che queste persone costruiscono sui domini scaduti siti web molto semplici e li utilizzano per creare link verso il tuo sito. I link sono un fattore di ranking importantissimo, a parità di ottimizzazione on page i link giocano un ruolo fondamentale nel posizionamento sui motori di ricerca, Google cerca questi segnali, cerca  di capire quanto il tuo sito sia veramente popolare sul web.

Quindi questi siti vengono presi, ci vengono messi su contenuti di bassa qualità e sovraottimizzati e il link arriva da questo sito, anzi spesso vi sarà capitato sul web di trovare agenzie seo che offrono seo a risultato. Questo tipo di agenzie solitamente costruiscono siti e li utilizzano per tutti i loro clienti, il che vuol dire costo zero e risultato medio basso sul breve periodo, ma se Google ti becca sul lungo periodo allora sei fregato. Sia chiaro che vi sono modi per non farsi beccare dai motori di ricerca, tipo registrare il dominio sotto un altro nome, con un altro tipo di hosting ecc, ma il rischio a mio avviso è troppo elevato. Immagina che comunque hai pagato per 6 mesi o 1 anno un’agenzia per migliorare il tuo posizionamento e tutto ad un tratto i tuoi link vengono annullati. Quindi quello che succede è che il tuo posizionamento va a farsi benedire.

Ogni volta che ci si confronta con un’agenzia di digital marketing è super importante chiedere in che modo costruiscono i loro link, molti usano pbn e non va bene, ma nemmeno comprare i link in realtà è giusto anche se è sicuramente più sicuro rispetto a un pbn.

Io personalmente non consiglio mai ai miei clienti di utilizzare pbn, preferisco farli pagare un filo di più, ma non voglio che tra qualche mese o anno si ritrovino senza più il loro sito posizionato, la seo come tutto il marketing digitale deve essere intesa come investimento sul lungo periodo, quindi queste tecniche che non sono white hat, lasciatele perdere.

Qui c’è un’ottima guida che ho scritto in collaborazione con Riccardo Esposito di My social web su come valutare un link di qualità, spero possa tornare utile nei momenti difficili

Bisogna migrare il sito a https ?

Da alcuni mesi, Google sta costringendo i siti a passare a https : i siti con un certificato ssl valido sul proprio sito, avranno una spinta ( meno dell’1% ) sui motori di ricerca, ha commentato il gigante americano. Questo ha spinto molti siti web a passare a https. Che poi, non so voi, ma i siti che ho fatto passare in https, non hanno avuto questa spinta micidiale. Ed è normale che sia cosi in realtà, ma al tempo stesso migrare questi benedetti siti è necessario.Ma quali sono i richi ?

Bisogna migrare il sito a https ?

I rischi sono numerosi :

Sbagliare il set up delle impostazioni del certificato, può rivelarsi fatale. Un bel non sicuro apparirà sul tuo sito e non è proprio una buona esperienza per gli utenti.

Sbagliare il redirect e dimenticarsi di far puntare tutte le pagine sulla versione https ( Canonical, link, sitemap, robot.txt, script,css, javascript..) .Rischi di contenuti duplicati ed errori nel codice.

Perdere posizioni. Se un sito ottiene tutti i link sulla versione http e il sito poi si sposta su https, chi penserà a modificare i link ? Ovviamente c’è un 301 su tutti, ma sappiamo tutti che un link senza 301 è decisamente migliore.

Ricominciare da zero con i social signals? è una brutta notizia. Purtroppo tutte le condivisioni sui social, fatte dalla versione http del sito tornano a zero. Peccato, passando a https, il conto riparte da zero. Medio rischio per quanto riguarda l’utente, ma una rottura di palle per il social media manager, che già vedeva le statistiche crescere.

Pagare per nulla. Https costa. Soprattutto se si vuole un vero certificato ssl. Ancora un costo.

Problemi di prestazioni. Https migliora la comunicazione tra i server, rallentando il caricamento delle pagine. Si può risolvere, ma sono tecnicismi non evidenti all’utente medio, ma purtroppo la velocità di caricamento è un fattore di posizionamento.

Non vedere più i referral. I siti in https, non appaiono più come referral nelle analytics.

I vantaggi di passare a HTTPS

Offre ( l’impressione ) di una navigazione più sicura.Questo è il vantaggio principale. Ma attenzione, un certificato ssl assicura solo che la comunicazione sia criptata. Non impedisce alle informazioni di circolare

Quando migrare in HTTPS :

  • Quando si vuole rifare il sito aziendale.
  • Una volta che si hanno compresi tutti i rischi
  • Quando l’azienda lo chiede ( ecommerce e siti che richiedono l’inserimento di dati sensibili )
  • Quando diventa un vantaggio competitivo ( percepito dai clienti )

Quando non migrare a https :

  • Quando si vuole migliorare il posizionamento
  • Quando si ha un sito con una storia di backlink molto importante
  • Quando le competenze tecniche non sono sufficenti

 

 

Quanto costa fare SEO e quanto spendi

Quanto costa fare SEO

Al giorno d’oggi quasi tutte le aziende in Italia si sono spostate sul digital. Campagne SEM, social media, programatic, ma soprattutto SEO. La domanda che in molti si pongono e che mi chiedono spesso è “ma quanto costa fare SEO?

Questa è una domanda non semplice anche perchè ogni consulente seo è diverso dall’altro e dipende dal tipo di progetto, dal budget e dalle risorse. In questo articolo spiego come lavorano la maggior parte delle agenzie in giro per il mondo, quali sono i prezzi e i pro e contro.

Quanto costa fare SEO

SEO: Tipi di pagamento

Per comprendere esattamente quanto costa la SEO, c’è bisogno di capire il servizio per il quale stai pagando. Le agenzie SEO tipicamente offrono quattro forme principali di servizi e di pagamento:

Mese per mese: con questo tipo di servizio, i clienti pagano un ammontare prestabilito ogni mese in cambio di una serie di servizi. Il mensile è il modello di pagamento più comune, perché fornisce il ritorno sull’investimento maggiore. Gli accordi mensili di solito includono la parte di reportistica, miglioramenti dei contenuti, comunicati stampa, link building, ricerca di parole chiave e ottimizzazione on page.

Prezzo fisso : quasi tutte le agenzie SEO vendono servizi a prezzo fisso. Spesso, prima che un cliente sia pronto ad impegnarsi mensilmente, visiona e seleziona i servizi che gli interessa completare e li porta avanti. Un esempio tipico di questo è l’analisi SEO di un sito che può aiutare a determinare i punti di forza e le debolezze esistenti nella presenza online del cliente, l’analisi dei competitor, nonchè la ricerca di parole chiave.

SEO a risultato: Molte agenzie offrono SEO a risultato. La seo a risultato è solitamente la più costosa e la meno affidabile e viene utilizzata per progetti piccoli o personalizzati per piccoli clienti che preferiscono pagare a risultato ottenuto. Ad esempio, uno studio legale a milano può chiedere ad un’agenzia SEO di aiutarlo con il proprio marketing locale. Una volta che il sito verrà posizionato sulla prima pagina di Google, il cliente dovrà saldare una cifrà più alta.

Consulenza oraria: Questo è il classico modello di consulenza che comprende il pagamento di una fee oraria in cambio della prestazione di uno o più servizi.

Quindi quanto costa la SEO?

Mese per mese: 750€ – 4000 al mese. In questo caso, il prezzo che un cliente paga per fare seo, dipende dalle dimensioni della sua azienda e dal budget a sua disposizione. Da un lato vi sono le piccole agenzie, che hanno solitamente clienti locali e che offrono servizi di base. Dall’altro è possibile trovare agenzie molto più quotate con grossi clienti, ma che potrebbero essere più costose.

Prezzo fisso : dipende. Le aziende che scelgono l’opzione prezzo fisso, è perchè non sanno ancora come funziona la seo e, prima di investire mese per mese, vogliono capire il tipo di lavoro che vi è dietro e se porta risultati. Il prezzo fisso include i servizi contrattuali tipici come il SEO copywriting (0,05/ 0.15€ a parola), analisi del sito (250-500€), analisi dei link interni e esterni (150 – 400€) e il setup dei social media ( 200-400€)

Seo a risultato: 2500€-3000€ La seo a risultato è di solito la più costosa, questo perchè non implica nessun impegno economico da parte del cliente se non a risultato raggiunto. Fate attenzione a questo tipo di seo, perchè solitamente una volta raggiunta la prima pagina vi tocca pagare. Vi è una differenza abissale tra il primo posto e la prima pagina, quindi scegliete con cura.

Consulenza oraria: 20-50€ / ora con un consulente SEO. Le agenzie costano un pò di più, di solito tra i 75 e i 100€ /ora.

Consulenza oraria

Cosa dovrebbe insospettirti

Se stai per scegliere un’agenzia SEO per la tua azienda, è giusto che ti dia qualche avvertimento per proteggerti da quelle agenzie seo che utilizzano tecniche black hat non conformi alle linee guida che Google suggerisce per posizionare un sito.

Garanzie. Le agenzie SEO difficilmente garantiscono un posizionamento. La SEO cambia in continuazione ed è difficile poter garantire un posizionamento preciso.

Risultati immediati. Esistono alcune tattiche SEO chepossono portare “risultati immediati” aggirando l’algoritmo di Google. Queste tecniche anche se ottime per qualche mese, sul lungo periodo possono farti molto male. Google è molto attivo nel cercare siti che imbrogliano e quando li trova, li penalizza. Un sito penalizzato è un sito che perde posizioni per molte parole chiave importanti, e per uscire da una penalizzazione ci vogliono mesi, quindi meglio evitare.

# 1 posto su Google : Se un’agenzia ti promette il primo posto su Google, OTTIMO. Speriamo mantenga la promessa…

Costi inferiori a € 750 / mese. Quando si fa SEO, non si acquista il prezzo più basso, ma il miglior servizio.

Servizi di link building a basso costo. I link sono una parte fondamentale della SEO. È impossibile avere un sito in prima pagina senza link in entrata. È importante sapere che nel mondo SEO vi è un vero e proprio mercato nero dei link. La qualità di un link sta diventando sempre più importante al fine di raggiungere un posizionamento ideale e stabile, pertanto è bene essere capaci di valutare un link di qualità. Prima di firmare un contratto con un’agenzia SEO, informati da dove intendono prendere i link per posizionare il tuo sito.

Da tenere a mente

La SEO richiede tempo. Mese per mese è la scelta migliore. Pensa alla seo come un investimento sul lungo periodo. Un approccio aggressivo sul breve periodo può avere dei benefici, tuttavia la migliore SEO è quella che si crea nel lungo periodo. Marck Jackson rafforza questo concetto dicendo “Il reale valore della SEO non si vede mai nei primi mesi di lavoro”.

Se cambi la SEO, la SEO cambierà te. È pieno di competitor che non vedono l’ora del prossimo aggiornamento di Google per posizionarsi sopra di te. Non cambiare approccio ogni 2-3 mesi, la SEO è un processo organico e naturale e come tutte le cose naturali richiede una certa costanza.

Non tutti i servizi SEO sono uguali. La seo non la scegli in base al prezzo, ma in base al servizio. Affidati ad un consulente seo che ti spiega quello che fa e il perchè.

La seo è importante. Un sito esiste perchè deve essere trovato dagli utenti. Altrimenti che senso ha? Se non sai come rendere il tuo sito più visibile, allora chiedimi come fare.

Un’agenzia SEO è la cosa migliore. Starai pensando “ Ma non posso fare SEO da solo?” La SEO richiede una complementarietà di competenze ( Sviluppo web, copywriting, marketing ecc ) che difficilmente sono eseguibili senza un background tecnico. Un consulente seo o un’agenzia sono la scelta migliore se non sai esattamente da dove partire.

Alla fine sei tu che decidi..

Per la maggior parte delle aziende, la SEO è l’investo con il ROI più alto. I benefici della SEO sono più alti di qualsiasi campagna tv, stampa, mail ecc

Le aziende non decidono più se hanno bisogno di un consulente SEO per la loro azienda. Decidono quanto vogliono spendere. Finche scelgono un consulente seo che fa le cose per bene, la SEO porterà risultati eccezionali.

SEO a risultato – Funziona davvero?

Molte agenzie SEO vendono i loro servizi su una sola base, quella del posizionamento, hai capito bene, queste agenzie garantiscono il posizionamento in prima pagina. Essere in prima pagina su google per le proprie parole chiave è il sogno di chiunque, quindi queste agenzie lavorano su un paio di parole chiave, massimo 6-7 dipende ovviamente dal prezzo e dalla concorrenza e se ti portano in prima pagina per quelle parole chiave il loro lavoro è fatto. Mentre può sembrare un’ottimo affare per tutti coloro che non vogliono fare un investimento iniziale ( ed è comprensibile che molti proprietari o direttori di azienda pensino che sia ottimo ) tutti pensano che una volta che sei in prima pagina, le persone ti trovano, cliccano sul tuo link e ti contattano, semplice no?

seo-a-risultato

No, essere in prima pagina non è abbastanza

La prima ragione per la quale comprare questi pacchetti ha poco senso è perchè molte parole chiave hanno poche ricerche. Alcune hanno proprio zero ricerche e se un’agenzia SEO posiziona il tuo sito per delle parole che nessuno ricerca non avrai comunque traffico proveninete da esse. Hai bisogno di sapere il volume di ricerca delle parole per le quali ti posizionano, dovrebbero fornirti quest’informazione se richiesta, altrimenti puoi utilizzare Google Keyword Planner.

Succede spesso che queste agenzie ti posizionino per parole con poche ricerche, meno ricerche significa meno competizione e di conseguenza minor tempo per posizionarsi. Un buon volume di ricerca dipende dal settore di riferimento e dal valore di quella determinata parola chiave. Se spendi 300€ al mese in SEO devi essere onesto con te stesso e non aspettarti che un servizio seo che ti porti in prima pagina per parole con migliaia di ricerche.

Dunque se sei tentato di utilizzare una di queste agenzie che garantisce risultati seo sicuri, informati sui volumi di ricerca e sul reale valore di queste parole prima di pagare. Anche se l’agenzia che hai assunto garantisce di posizionarti in prima pagina anche per parole chiave altamente competitive, potrebbe comunque essere rischioso, ogni pagina è fatta da 10 risultati organici, e il problema, è che una volta messo in decima posizione, devi pagare, e la decima posizione non è una posizione che riceve molti click.

Il giusto numero di click che ogni posizione prende varia da studio a studio, in questo esempio, prenderemo in considerazione uno studio di una famosa azienda di Marketing ( Optify ).

Questi sono i risultati del loro studio effettuato nel 2010 sul CTR di Google.

1 posizione – 36.4%

2 posizione – 12.5%

3 posizione – 9.5%

4 posizione – 7.9%

5 posizione – 6.1%

6 posizione – 4.1%

7 posizione – 3.8%

8 posizione – 3.5%

9 posizione – 3.0%

10 posizione – 2.2%

l primo click che gli utenti hanno effettuato una volta visti i risultati di ricerca. Spesso accade che gli utenti clicchino su due o tre risultati. Ho ripreso questo studio per mostrare la sostanziale differenza di click che vi è tra la prima posizione e la decima. In realtà anche tra la terza e la sesta c’è un enorme differenza, non sempre essere in prima pagina è abbastanza.

Pensaci un attimo – è molto più probabile che gli utenti visitino il tuo sito se sei primo per una parola chiave che ultimo per 10 parole chiave, per questo i pacchetti che offrono 5 parole chiave in prima pagina per 250€ al mese non valgono granchè.

Il lavoro di un agenzia SEO o di un consulente SEO è quello di aumentare il numero di visitatori al tuo sito dai motori di ricerca e non solo essere primi su Google.

Non accettare quelli che ti fanno pagare quando arrivi in prima pagina, la prima pagina di Google è un buon inizio non fraintendermi, ma per arrivare in alto ci vuole molto di più.

Buona Ottimizzazione

 

Save

Save

Save

Perchè la SEO è fondamentale per la tua azienda?

Perchè la SEO è fondamentale per la tua azienda?

Adesso, detto tra noi, qual è la prima cosa che fai quando devi cercare qualcosa? Ecco ti sei risposto da solo! Sapevi che più del 70% degli italiani quando deve cercare qualcosa ricorre a internet.

Solo Google, ogni giorno compie 3,5 miliardi di ricerche su qualsiasi argomento. Dalla ricerca della migliore pizzeria a Milano, passando per servizi finanziari, fino all’ultima collezione di Armani. Questo è il motivo per cui è importante essere primo su Google e se non sei almeno in prima pagina diventa davvero complicato farti trovare dai tuoi clienti.

È stato stimato che la prima pagina su Google si accaparra il 92% del traffico, la seconda pagina solo un misero 5%, il restante 3% sono le persone che hanno cercato ma non hanno cliccato nessun risultato di ricerca.

La SEO ti porta di fronte ai tuoi clienti

Essere dove si trova il proprio target è il sogno segreto di qualsiasi imprenditore. I motori di ricerca servono proprio a questo, avere l’attenzione di chi sta cercando un prodotto o un servizio online. Creando contenuti utili e utilizzando parole chiavi ricorrenti noterai un miglioramento delle performance del tuo sito e delle tue vendite di conseguenza. Semplicemente perchè più persone vengono a sapere di te, più opportunità avrai di essere trovato.

E ti dirò di più, non esiste solo Google. Certo, Google è fondamentale e ha già il monopolio, ma puoi prenderti ulteriore traffico da bing, Yahoo, baidu e da altri motori di ricerca a seconda della tua area geografica. Anche Youtube che ad oggi come dimensioni è il secondo più grande motore di ricerca è davvero un’ottima fonte di traffico. Da non dimenticare anche i grandi social network come facebook e twitter che hanno comunque un’opzione di ricerca al loro interno e possono diventare importanti per volumi di traffico.

Il segreto sta nel creare contenuti che interessino ai tuoi utenti. Avere un alto numero di visitatori può non servire a nulla se non convertono. L’obiettivo è creare un messaggio che rispecchi il bisogno dei tuoi clienti.

Ad esempio se sei un rivenditore di scarpe da donna, è inutile avere un sacco di utenti che visitano quella pagina, ma ha più senso aggiungere un messaggio per un pubblico più di nicchia che si rispecchi nel tuo prodotto e che se lo possa permettere.

Al posto che targetizzare quella parola per “scarpe da donna” utilizza long tail come “scarpe da donna estive” o magari “scarpe da donna per la montagna”

La tua presenza online è fondamentale

Nel 2017 la presenza online di un’azienda è fondamentale, un terzo delle persone che utilizza Google clicca sul primo risultato che viene fuori sui motori di ricerca, se invece per esempio sei settimo allora avrai circa il 3,5% di quei click. Tanto più sei in alto sui motori di ricerca, tante pù opportunità avrai di essere considerato autorevole dai tuoi consumatori.

Creare una reputazione online per la tua azienda ha bisogno dell’aiuto di una vera e propria consulenza digital marketing completa. Riempire una pagina di parole chiave non ti aiuterà a posizionarti come desideri e se fatto spesso ti porterà ad essere penalizzato.

Pubblicare contenuti utili, che sia facile da leggere sia da algoritmi che da persone, fornisce agli utenti un’ottima esperienza, questi segnali vengono visti dai motori di ricerca e presi in considerazione per posizionare il tuo sito.